BENVENUTI SU STREAMINGCLA

qui troverete: News sportive,Streaming calcistico,Risultati partite serie A/B,Telegiornali,ecc

NAZIONALE:

LIPPI: "FISCHI? LI HO SENTITI,IRLANDA? BRUTTO AFFARE..."

"Ieri ho detto che i fischi non li avevo sentiti, e invece non era così. Non tutti quelli che dicono, ma sì che li ho sentiti". Il ct Marcello Lippi è tranquillo ma allo stesso tempo non digerisce più le contestazioni, dopo la brillante prestazione della sua Italia sperimentale contro la Svezia.

"Ferito? Certo, non possono fare piacere - ha continuato il tecnico azzurro - Non so se si è rotto il feeling tra me e l'ambiente, di sicuro non si è rotto il mio con la Nazionale: continuo a lavorare con tutto me stesso". 

"I sobillatori? Ho solo raccontato quel che mi era stato riferito di due persone a Francavilla – ha continuato - non é detto sia sempre così. Non è mai successo che un ct vinca un campionato del mondo, se ne vada, e una volta tornato avviene questo. Non so spiegarmi il perché, e comunque è brutto soprattutto per i giocatori". 

Sul fallo di mano di Thierry Henry, che ha permesso di segnare a Gallas ed eliminare l'Irlanda di Trapattoni, il ct ha commentato: "Ho visto quel che è successo. E' un brutto affare, e avrà degli strascichi. Non so e non voglio dire se c'é una perdita di credibilità. Però è una cosa brutta per mille motivi, e se ne parlerà tanto".

Lippi ha fatto un riferimento anche all'analogo episodio del gol di mano di Pazzini, avvenuto sabato scorso contro l'Olanda. "E' chiaro che il contesto è molto diverso, perché ieri a Parigi c'era un Campionato del mondo di mezzo. Però, alla luce di quel che è successo, il gesto di Pazzini di segnalare il suo tocco di mano assume un rilievo più evidente". 

Ha parlato anche Cannavaro che, ai microfoni di Juve Channel ha detto: "Mi spiace molto per Trapattoni, perché dall'altro lato ci hanno sempre criticato per le vicende del nostro calcio, ma penso che a livello di fair play ieri hanno peccato un poco". 

"E' difficile contenersi quando si è in campo, ma almeno la decenza di non esultare troppo potevano averla. La Francia è stata fortunata perché ha trovato giocatori di grande cultura sportiva come gli irlandesi, ma la partita sarebbe stata da fermare".

Poi voltando pagine, su una questione più vicina agli azzurri, ha fatto uan considerazioen suklla spinosa questioen Amauri, affermando: "E' il giocatore che in questo inizio di stagione mi ha impressionato di più per la voglia e la personalità che ci mette in partita e in allenamento. Se è in forma può cambiare il volto di una squadra. Il suo arrivo in Nazionale? Amauri ha fatto una scelta: vuole l'Italia. Il nostro gruppo lo conosce e sa quali siano le sue qualità". 

Su Cassano, invece, cambia tono: "E' un bravissimo ragazzo e un giocatore forte. Però bisogna rispettare anche le scelte del ct e rispettare i giocatori che in Nazionale vengono chiamati al posto di Antonio".



Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!